Se il tempo a disposizione è poco, chiudi gli occhi e sogna, avrai tutto il tempo che ti occorre.
Show MenuHide Menu

Archives

ottobre: 2015
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Impulsi illogici

20 ottobre 2015   

gattoevolpeMolti di voi ricorderanno la canzone che recitava: Quanta fretta, ma dove corri, dove vai? Se ti fermi per un momento capirai!

Direi che oggi è attualissimo il concetto, rincorrendo la materia e le sue modificazioni a volte davvero differenti solo per il colore e per una misura, per un bottone in più, una funzione, una velocità di connessione, zainetti scolastici da buttare ogni anno, mode, consumismo, una metamorfosi che purtroppo coinvolge anche il comportamento dell’essere umano.

Mi è rimasta impressa la battuta di un amico al quale avevo raccontato che mi avevano rotto lo specchietto retrovisore esterno dell’auto e della difficoltà di guida conseguente, mi rispose seraficamente: “ma come facevamo quando non avevamo gli specchietti esterni? read more …

Campioni di Pace

20 ottobre 2015   

Son note le piste che percorro,

tra mare e cielo il tempo passa senza ritorno,

son stanco ma non importa corro,

giubbotto colorato e tanta gente intorno.

Note le note anche a chi distratto non ascolta,

carezzevole un mantra ridonda,

rompe la quiete un dubbio talvolta,

cosa c’è sull’altra sponda. read more …

Colori e Profumi

20 ottobre 2015   

Ad occhi chiusi sulla mia tavolozza, spremo tubetti e come un pittore d’altri tempi cerco di recuperare gli scorci di un mondo oggi scolorito, vado indietro con l’immaginazione, talmente tanto indietro che non c’è ombra di essere umano.

Madre Natura con la sua bellezza e purezza prodigavasi come ancor tutt’oggi a distribuir doni a tutti.

Sento mentre sogno una colonna sonora impressionantemente spontanea, il vento, l’acqua, le foglie, i fiori, gli uccelli e gli insetti, muovendosi creano una scenografia con elementi colorati e profumati, una vera e propria poesia di rara bellezza.

Riapro gli occhi, ti guardo, anziana e malconcia, davanti a te Madre Mia mi inchino.

Jupa 10/2013

Autonomia Ecollettiva

6 ottobre 2015   

Sempre più ravvicinati,
dirompenti e stravolgenti,
dappertutto dislocati,
spazzan tutti gli elementi,
acqua, fango, luoghi allagati.

Arginare, tutelare e preservare,
vani i sacchi e i rimedi improvvisati,
nubifragi, esondazioni e tutto in un mare,
oggetti ed affetti penosamente in strada ammassati,
auto, moto, quasi tutto vedi navigare,
tronchi e terre mai bonificati,
quante volte toccherà ricominciare.

Sensibilità ambientale inesistente o scarsa,
un ripetersi di argomenti ridondanti,
promesse, impegni e accordi farsa,
della Terra dovremmo essere amanti,
per curarla non esser la comparsa,
sii primattore e muteremo tutti quanti.

Jupa