Se il tempo a disposizione è poco, chiudi gli occhi e sogna, avrai tutto il tempo che ti occorre.
Show MenuHide Menu

Campioni di Pace

20 ottobre 2015

Son note le piste che percorro,

tra mare e cielo il tempo passa senza ritorno,

son stanco ma non importa corro,

giubbotto colorato e tanta gente intorno.

Note le note anche a chi distratto non ascolta,

carezzevole un mantra ridonda,

rompe la quiete un dubbio talvolta,

cosa c’è sull’altra sponda.

Di certo quando il fuoco cinge i tuoi più cari,

bombe che cadendo ti fischiano le mura,

scenari rosso sangue di tempi molto amari,

brandelli di ricordi rimossi per paura.

Ricostruir con poco quanto in uno zaino puoi portare,

fermar non puoi la vita mentre sfugge e scappa,

con fede affronti tutto anche se non sai nuotare,

un alba tragica non sia, Signore salva questa tappa.

Affranto è il cuore di tanti spettatori,

altri a loro volta sofferenti sembran quasi indifferenti,

frontiere chiuse e spari quasi fossero invasori,

petrolio tu padre della guerra uccidi solo esseri innocenti,

armi uomini senza scrupoli grazie ad occulti finanziatori,

sfregi e danneggi la natura impunito per i gravi fenomeni conseguenti.

Son decenni di stragi mostrate su tutti i televisori,

la strategia è il cambiamento collettivo da noi avviato per essere vincenti,

se ispirati e innamorati inevitabilmente del cambiamento saremo fautori.

Jupa

Se vuoi commentare fai pure, mi fa molto piacere leggerti.