Se il tempo a disposizione è poco, chiudi gli occhi e sogna, avrai tutto il tempo che ti occorre.
Show MenuHide Menu

Speranze e Sogni

24 dicembre 2015
Papa Francesco

Giornate oziose scivolano silenziose,
fumo, cenere e boccate ansiose,
accanite puntate copiose.

Disperano, grattano, restando imbrigliati,
così, di usurai son prede i nuovi malati,
finanche il potere sfrutta i ludrogati.

Migrazioni costanti incessante moria,
scappano in massa dalla sharia,
mentre sgozzano con folle euforia.

Gommoni colmi di sognatori,
scafisti sfruttano i loro dolori,
morti galleggiano nei televisori.

Bozze e cestini ricolmi di carte,
reimposti riscrivi e metti da parte,
quanti intoppi quasi creati ad arte.

CO² e mondo schiavo del petrolio,
convegni vacui per bere rosolio,
accorati appelli di Papa Bergoglio. 

Paura terza guerra mondiale,
azionisti scippati del capitale,
suicidi e omicidi stress generale.

Sogni con tema coincidente,
salute per i cari ed ambiente,
il lavoro quello più ricorrente.

Espropri sfratti ed occupazioni,
gente che dorme sui cartoni,
a loro lo stato nega i doni.

Uno sguardo ed è colpo di fulmine,
innaffiando quel profumato glicine,
preghi che la pace non abbia mai fine.

A chi prega ed agogna,
mentre sento una zampogna,
auspico si avveri ciò che sogna.

Che chiunque risolva i propri bisogni,
queste le mie speranze e sogni.

Jupa 24 Dic 2015




Se vuoi commentare fai pure, mi fa molto piacere leggerti.